L'associazione

La missione

L'istituzione

Statuto

Rendiconti

Contatti

Antigóna in India

Main sponsors 2014/2015




Superbar




Studio medico Pluchinotta




C.I.S.L.
Area metropolitana bolognese




Collegio provinciale Ostetriche Bologna




Il Seno di poi O.N.L.U.S.




Loto O.N.L.U.S.

Attività in corso
Français  
Castellano  
jquery carousel by WOWSlider.com v8.2
Aiutaci

con una donazione online via Paypal;

facendo un bonifico bancario sul conto corrente d'Antigóna IT 47 Z 03599 01899 050188539572, presso Banca Etica;

con il tuo 5 x 1.000, indicando il Codice Fiscale 97354920155;

                             come finanziare 

venendoci a trovare ai nostri eventi;

                               dove trovarci   

impegnandoti nei nostri progetti;

                              cosa puoi fare  

Ultime notizie

22 ottobre 2020: Il porto informatico arriva di nuovo in cifra tonda (200 accoglienze), e, come nel caso dell’accoglienza numero 100, Antigóna coglie l’occasione per conoscere un po’ meglio chi sono i nostri beneficiari. L’intervistato dell’occasione è stato Rizwan Akram, di nazionalità pakistana, nato a Gujrat dove ha frequentato la scuola fino alle superiori (16 anni in totale, secondo il sistema scolastico pachistano). Nel 2009 s’è trasferito in Italia, per aiutare e accompagnare la figlia disabile d’un suo connazionale. Terminato quest’incarico, da 10 anni lavora come commesso in un negozio d’alimentari. È sposato e ha quattro figli.

13 ottobre 2020: il Comune di Bologna ha riconosciuto Il porto informatico come progetto importante ai fini dell’inclusione digitale della cittadinanza, in particolare in questa fase in cui la pandemia porta al diradamento, o all’annullamento, della possiblità di svolgere molte operazioni presso gli sportelli pubblici, e, contestualmente, c’è una forte spinta da parte dei governi nazionale e locali a concedere benefici economici attraverso procedure esclusivamente online. Ad Antigóna verrà quindi concesso un supporto che servirà a consolidare il progetto nei mesi a venire: i dettagli dell’aiuto comunale saranno precisati meglio nei prossimi giorni.

11 ottobre 2020: Stefano raggiunge Alberto a Cracovia, e completa così l’organico dei volontari d’Antigóna presso Strim per l’anno scolastico 2020/2021, visto che i ragazzi saranno impegnati in attività d’animazione all’interno d’asili (covid permettendo) fino a giugno. Il nome ufficiale del progetto di quest’anno è Solidarietà – costruita per durare.

9 ottobre 2020: le relazioni d’Antigóna con la Polonia s’accrescono d’un nuovo partner, il Teatro Brama, della città di Goleniów. Fondato nel 1996, è un teatro alternativo e indipendente che ogni anno organizza due festival in città. L’obiettivo del Teatro Brama è quello di modificare il tradizionale rapporto tra l’artista sul palco e il pubblico, in modo che lo spettacolo diventi un’opportunità d’incontro, una piattaforma per l’instaurarsi d’un dialogo. In questo periodo di pandemia, lo sforzo è quello di mantenere viva l’attività attraverso piattaforme digitali, e Cristina Baldari, partita oggi per Goleniów, si sta occupando delle grafiche e della promozione dei vari eventi artistici.

8 ottobre 2020: a pochissimi giorni dal suo viaggio in direzione Cracovia, ci è venuto a trovare in sede Stefano, per la formazione prepartenza propedeutica ai nove mesi che passerà presso l’Asilo 79, sempre sotto il coordinamento della nostra partner polacca Strim.

2 ottobre 2020: Alberto parte oggi per Cracovia. Inizia così il terzo giro di collaborazioni tra l’organizzazione polacca Strim e Antigóna sul Servizio Volontario Europeo. Anche quest’anno Strim coordinerà l’esperienza di volontariato di due nostri ragazzi, che lavoreranno all’interno d’altrettanti asili della città di Cracovia. In particolare, Alberto svolgerà la sua attività all’interno dell’Asilo 83, lo stesso che, nel turno precedente, accolse con grande successo Maria Rosa.

30 settembre 2020: il gruppo di lavoro che ha ideato e scritto il progetto Bologna Solidarity Map completa la sua opera e invia la proposta all’Unione Europea per la valutazione. L’esito è atteso tra la fine di novembre e i primi di dicembre.

25 settembre 2020: è sempre bello quando possiamo riprendere la vecchia abitudine di fare in presenza le formazioni prepartenza al Servizio Volontario Europeo. Ancóra di più ora che abbiamo un luogo tutto nostro dove realizzarle. Oggi abbiamo ricevuto Cristina Baldari, che partirà il mese prossimo per un’esperienza d’un anno a Goleniów (Polonia).

17 settembre 2020: cattiva notizia per Antigóna. Il Quartiere Porto-Saragozza dichiara non ammissibile alla fase di coprogettazione la proposta di realizzare un centro intergenerazionale presso la Casa di Quartiere Tolmino, che costituiva il nostro primo tentativo d’implementare il progetto Un nonno a km. 0. Non sono state fornite spiegazioni per la decisione. Registriamo dunque il proseguimento della triste disarmonia con il quartiere dove abbiamo le nostre sedi. Per quanto riguarda il progetto, abbiamo altre frecce al nostro arco, che però sembra opportuno tirare solo quando la situazione della pandemia sarà nettamente migliorata.

11 settembre 2020: proseguono gli incontri per l’ideazione e la scrittura del progetto di solidarietà da presentare all’Unione Europea. Per la prima volta il gruppo s’è incontrato dal vivo, nella sede operativa, e, tra le altre cose, ha deciso il titolo del progetto, che sarà Bologna Solidarity Map.